Skip to content

Domenica di Carnevale in compagnia delle tagliatelle dolci fritte…

6 marzo 2011

Anche quest’anno il Carnevale finalmente è arrivato… che bontà!
Eh sì, perché per me Carnevale vuol dire avere una scusa nuova (come se ce ne fosse bisogno) per friggere dolci… chiacchiere, pignolata, castagnole, ciambelle, bugie…. slurp! Un’infinità di dolci fritti di tutte le forme e sapori.

E visto che ormai conoscete i segreti per una buona frittura, non vi resta che sperimentare il piacere di friggere qualche allegro dolce carnascialesco, no? D’altronde è una tradizione, sarebbe proprio un peccato non rispettarla!

Per cui diamoci da fare e iniziamo a friggere qualcosa di facile e delizioso…

… un po’ di Tagliatelle dolci !

La ricetta che vi posto è di origini popolari della zona emiliana, ma, come accade per altri molti dolci di Carnevale, è simile a molte sue “sorelle” sparse per il resto d’Italia per cui può essere che l’abbiate già gustata sotto altri nomi.

Gli ingredienti di base sono gli stessi delle tagliatelle normali, uova e farina, con l’aggiunta di qualche aroma e zucchero per renderle golose e la frittura per renderle altamente caloriche come ogni buon dolce che si rispetti.

Dosi: 200 gr di farina (se usate la O vengono più croccanti), 2 uova, 1 pizzico di sale, 4 cucchiai di zucchero, 1 cucchiaio di vino liquoroso, la buccia grattugiata di un limone biologico, il succo di mezzo limone piccolo, olio di arachidi.

Procedimento: Impastate insieme la farina, le uova, il sale, un cucchiaio di zucchero e il cucchiaio di vino, fin quando non otterrete una bella palla omogenea.

Mentre la pasta riposa (almeno una mezz’oretta) lavate il limone e grattugiatene la buccia finemente.

Aggiungete alla buccia del limone i tre cucchiai di zucchero rimasti e il succo di mezzo limone piccolo in modo da creare uno sciroppo molto denso.
Stendete la pasta formando una sfoglia sottile come quella delle classiche tagliatelle e quindi cospargetela con lo sciroppo di limone e zucchero.

A questo punto iniziate a ripiegare delicatamente la sfoglia su se stessa formando una sorta di rotolo e poi tagliatelo con un coltello a fettine formando le tagliatelle facendo attenzione a non srotorarle.

Mettete sul fuoco una padella piena di olio d’olio e quando è ben caldo friggete le tagliatelle. Qualcuna probabilmente tenderà a slegarsi un po’, è normale che capiti, ma son buone lo stesso.

Quando saranno ben dorate scolatele e riponetele su della carta assorbente. Prima di servirle cospargetele con tanto zucchero a velo.

 

Annunci
2 commenti leave one →
  1. onnivora ma piddicchiusa permalink
    6 marzo 2011 3:48 pm

    buonissime!!! già sento quell’odorino misto di fritto e limone… gnammm
    zagà ma ci metti lo zucchero a velo o lo zucchero normale?
    appena mi passa l’influenza… ;-D

  2. Zagara permalink
    6 marzo 2011 7:41 pm

    Si spolverano di zucchero a velo sopra quando son cotte, mentre per la sfoglia e come ripieno si usa quello normale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: